Mount Somers

Di nuovo carichi, ci spingiamo per un’altra passeggiata. Stavolta ci aspetta un loop di 2 giorni su Mount Somers. Il nostro percorso inizia con una ripidissima salita, talvolta a gradoni, e con un assaggio di fredde cascate in una ricca foresta di faggi secolari.

Attraversiamo tutte le bellezze del sottobosco fino a raggiungere ancora una volta ad una steppa subalpina dove le vedute superbe delle cime verdi dominano il paesaggio.

Oltrepassato un primo rifugio, dove ci fermiamo per fare merenda, la traccia si inerpica un pò fino in cima alla cresta rocciosa e meno fertile per la sua formazione vulcanica. Giungiamo quindi alla parete sud del monte e non ci rimane che ammirare dalle vaste praterie che regnano a questa altitudine, delle vette enormi che spaziano dal bruno all’ocra.

A parte gli aspri cespugli, talvolta taglienti, da quassù possiamo godere della vista di impressionanti formazioni rocciose e miniere storiche. Un susseguirsi di profondi canyon e altri panorami strabilianti. Anche dopo aver raggiunto il secondo rifugio, dove incontriamo dei ragazzi con due bici da downhill (pazzi!), decidiamo di proseguire oltre. Stavolta abbiamo in mente un altro proposito per la serata.

Quando ormai il sole inizia a tramontare e il cielo a scurirsi, decidiamo finalmente di fermarci per cenare con dei tortillas e per montare la nostra tenda in questo luogo surreale. Siamo a più di 1000 metri di altezza, 1600 per l’esattezza. Qui solo la vista di montagne per chilometri e chilometri, più qualche falco e qualche coniglio bianco. Qui, sotto un cielo costellato in mezzo alla natura. Qui, di nuovo soli, ma insieme, davanti a questa vista mozzafiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *