L’arrivo in Canada e la fine del viaggio

SIAMO UN PÒ STANCHI, MA ZUKI DI PIÙ

É stato un lungo viaggio. Un viaggio che ancora ci meraviglia. Per crescere ma restare bambini. E più ci avvicinavamo al Nord America, più anche noi ci sentivamo vicino ad una svolta. Vicino alla fine di questo viaggio. Un momento che prima temevamo, mentre oggi consapevolmente accettiamo. Zuki non può più continuare. Non c’è più pressione nei cilindri e bisognerebbe aprire il motore per ispezionarlo. Questo costerebbe più del costo della moto che abbiamo acquistato usata 5 anni fa. Zuki ha ormai 12 anni, ha compiuto 180.000 km. Comprendiamo e accettiamo completamente il suo bisogno di fermarsi. In fondo ci ha trasportato in sella al di là dei nostri confini, abbiamo capito bene che il premio è nel viaggio e non nella meta.

É così che decidiamo di lasciare Zuki per sempre. La lasciamo nella calda California insieme ad un pezzo del nostro cuore. E abbandonato il paese dopo un lungo viaggio in macchina con un pazzo amico, siamo pronti a dirigerci in Canada.

Si sente che l’aria è più fredda, il cielo più blu e anche sulle aiuole si avvistano cerbiatti e buffi leprotti. Giunti a Calgary, nella regione dell’Alberta, acquistiamo un nuovo mezzo, un’auto verde fastosa, poi ci tiriamo subito su le maniche e iniziamo a lavorare per mettere da parte gli ultimi soldi del viaggio.

Il giorno più bello di questa permanenza è sicuramente l’escursione a Banff National Park. Dopo una distesa spettacolare di enormi montagne fredde e dalle cime bianche, dove i pini verdi e secolari fanno da contorno, notiamo da lontano a lato strada un grosso masso marrone, e peloso.. E si muove. Un orso! Non crediamo ai nostri occhi. Non solo uno.. E’ mamma orsa con due cuccioli, che stanno facendo scorta di cibo dopo il lungo letargo. Che spettacolo!

Ma dopo una calda e gioiosa festa del Ringraziamento insieme a nuovi amici, è arrivato il momento di salutare tutti.

COSA ABBIAMO IMPARATO

Questo viaggio ci ha aperto la mente su tantissime cose e potrei stare quì fino a domani a parlarvene. Ho capito che nella vita è importante essere felici. Cerca la tua serenità, il tuo posto nel mondo, la tua strada anche se non è mai la più battuta. Siamo pur sempre storie viventi con il solo obiettivo di scrivere la nostra stessa avventura. Permetti quindi ai tuoi talenti unici di germogliare per esprimere finalmente i tuoi preziosi doni al mondo.

Alla fine é proprio questo il mondo. Un insieme di persone che vivono alla giornata come noi e sperano, nonostante le avversità che la vita ci propone, di sorridere ancora ogni giorno. Non importa da dove veniamo o dove andiamo in questa vita, importa quello che condividiamo. Un abbraccio sentito o un sorriso spontaneo ma intenso che fa capire tutto quello che nascondi dentro. Un momento, un giorno o tutta la vita. 

E grazie a questo diario non ci dimenticheremo mai di ogni esperienza, ogni cazzata, ogni difficoltà, ogni persona incontrata,. Ogni giorno rimarrà scolpito indelebile nel mio cuore. Come quel ricordo di essere stata libera.

E so bene che il viaggio non è ancora terminato. Mille altre strade ancora da prendere, ancora tanti altri paesi da visitare, migliaia di altre persone da conoscere, altre risate, altri imprevisti, altre occasioni che non vedo l’ora di scoprire. Perché la vita é misteriosamente imprevedibile e così straordinariamente bella.

LA NOSTRA STRADA
Mentre la svolta ormai dietro l’angolo poteva intimorirci inizialmente, ora siamo pieni di carica e gioia, pronti ad abbracciare gli altri sogni nati nel frattempo e ben visibili all’orizzonte. Proprio lontano da casa, sotto cieli stellati di un diverso emisfero e camminando nei sentieri del mondo, abbiamo trovato la nostra strada. Forse un pò per caso, forse un pò per curiosità. Ora desideriamo dedicare la nostra energia a quello che davvero amiamo, a qualcosa a cui teniamo davvero. Alla nostra terra.

Costruire un nostro eden verde e felice dove continuare a crescere ed imparare. Dove siamo ospiti e aiutanti della natura. Dove insegniamo al prossimo ad amare ció che ci sta intorno; gli animali come nostri amici e la natura come nostra madre. Dove tramandare gli insegnamenti che abbiamo a nostra volta imparato.

 

UN AUGURIO..

Infine, un augurio a tutti i sognatori come noi.
Non smettete mai di avverare i vostri sogni, inseguire i vostri obiettivi, e avventurarvi nei sentieri più pazzi della vostra strada verso la felicità. L’importante non è essere normali, l’importante non è essere speciali per qualcuno, l’importante é essere speciali per noi stessi. Solo in quel momento capirai cos’è la felicità. E la cosa più importante per capire chi sei é andare oltre ai tuoi confini. In quel posto di là dei sogni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *